Avvisi

Gli orari estivi delle S. Messe

DA DOMENICA 2 LUGLIO A DOMENICA 3 SETTEMBRE È SOSPESA LA S. MESSA FESTIVA DELLE ORE 10.15 AL QT8
DAL 3 LUGLIO AL 4 SETTEMBRE È SOSPESA LA S. MESSA FERIALE DELLE ORE 18.00 AL QT8

Battesimi il 24 giugno

Sabato 24 giugno

ore 10.30 SS. Battesimi

Giornata per la Carità del Papa

Domenica 25 giugno 2017

Giornata per la Carità del Papa

raccolta delle offerte destinate alle opere di carità del Papa

Concerto del Gruppo Amici Cantores il 25 giugno

Domenica 25 giugno, ore 16.15 in chiesa

Pensieri, Parole e Musica 

Concerto in memoria di Carlo R. Malloggi

con il coro degli Amici Cantores

all’organo il Maestro Andrea Bonzi

Tutti sono invitati

Il saluto di don Carlo Casati ai parrocchiani

Il saluto di don Carlo Casati ai parrocchiani di Santa Maria Nascente pubblicato sul numero di giugno di Nuovi Avvenimenti:

Confesso che non è facile il finale, come non fu facile l’inizio.
Era da 20 anni che mi trovavo nella parrocchia di S. Ignazio al quartiere Feltre (Parco Lambro) quando un caro amico sacerdote e parroco di questa zona mi confidò che in Curia arcivescovile si parlava di un mio trasferimento alla parrocchia di S.Maria Nascente al QT8 e Lampugnano. Due nomi che da 20 anni conoscevo solo perchè li trovavo scritti sulla metro, ma non sapevo di che cosa si trattasse, pensavo che la sigla QT8 indicasse un centro sportivo.
Questa ipotesi mi turbava non poco. Avrei dovuto lasciare una comunità giovanile e adulta bella e vivace. Andai subito a cercare don Giussani che da 17 anni aveva salvato e cresciuto la mia vocazione sacerdotale. Per miracolo mi ricevette subito. Esposi la questione, mi fermò nel mio racconto orientato verso la negatività della proposta e mi disse in modo perentorio: “Vai!”. Replicai aggiungendo altre ragioni per il no, ma lui fermissimo ripetè: “Vai”. Non potevo dubitare della sua paternità e mentre chinavo il capo aggiunse la ragione teologica che mi sfuggiva: “Se ubbidisci al vescovo, sei sicuro di ubbidire a Dio”. Poi mi salutò con un abbraccio fortissimo, quasi da sollevarmi da terra e aggiunse: “Carlo, guarda che io ci sono. E voglio venire al QT8”.
Ero commosso: un padre che indica la strada, ma che non lascia solo il figlio nel percorso. In seguito di tempo, quando don Giussani mi vedeva, mi ripeteva sempre che lui doveva venire al QT8, voleva mantenere la promessa. Un anno, nel grande tendone del Pala Trussardi, tenne una meditazione a migliaia di giovani, lo accostai al termine e mi ripetè: “Devo venire al QT8”. Gli dissi: ”Don Gius, sei al QT8”. Gli si illuminò il viso e mi abbracciò.
Il giorno dopo il colloquio con don Giussani in cui mi chiamò a ubbidire al vescovo, al mattino alle 8 sentii suonare in modo prolungato il campanello. Quella mattina non dovevo andare a scuola, nè avevo la S. Messa da celebrare, quindi avevo fatto il proposito di dormire fino a che mi fossi spontaneamente svegliato. Ancora un lungo squillo di campanello mi costrinse ad arrivare alla porta chiedendo chi fosse. “Sono don Luigi (il mio prevosto, ndr), apra subito”. Mi chiese se non avessi sentito lo squillare del telefono. Io risposi di no e replicò: “Era l’Arcivescovado, ma io le ho coperto le spalle dicendo che era già andato a scuola. Comunque ha fissato un appuntamento per il pomeriggio alle ore 17”. Andai puntuale e il cardinale Martini mi chiese se ero disponibile ad andare al QT8 e prendermi la responsabilità di essere parroco. Era il 6 febbraio 1987 nel pomeriggio. Il vescovo mi disse di andare a vedere prima e poi entro il martedì successivo di dare telefonicamente la risposta, perchè quel giorno, nel consiglio episcopale, dovevano risolvere quel problema. Gli dissi subito che sarei andato. Lui risottilineò l’opportunità di andare prima a vedere. Con chiarezza gli dissi, siccome dovevo per quattro mesi tenere il piede in due scarpe (al quartiere Feltre e al QT8) che mi risparmiasse la telefonata. Si alzò e sorridendo mi abbracciò.
Da quel giorno sono passati trentun anni.
Ora, come l’esperienza della mia vita ha mostrato, il Signore mi chiede di ubbidire (oboedire significa andare dietro a Lui) certo del centuplo quaggiù e la vita eterna.
Mentre scrivo non so ancora dove il vescovo mi vuole condurre, ma è certo che non mi mancherà la Grazia di Dio. Vi chiedo di pregare per me, e vivete con il nuovo parroco la stessa comunione che avete vissuto con me. Io vi porterò sempre nelle Sante Messe che avrò la gioia di celebrare.
Don Carlo Casati

Caritas, crescono i bisogni

La Caritas milanese ha indetto un incontro per tutti i suoi operatori del nostro decanato San Siro sul Senso e significato della distribuzione dei pacchi viveri.

L’incontro, presso la parrocchia di San Protaso, è stato tenuto da Padre Eugenio Brambilla. In apertura dell’incontro egli ha letto un passo del Vangelo di Luca: “Disse poi a colui che l’aveva invitato: ‘Quando offri un pranzo o una cena, non invitare i tuoi amici, né i tuoi fratelli, né i tuoi parenti, né i ricchi vicini, perché anch’essi non ti invitino a loro volta e tu abbia il contraccambio. Al contrario, quando dai un banchetto, invita poveri, storpi, zoppi, ciechi; e sarai beato perché non hanno da ricambiarti. Riceverai infatti la tua ricompensa alla risurrezione dei giusti’”.

Padre Brambilla ha poi spiegato come l’azione del distribuire, del promuovere e dell’assistere deve essere considerata un’opportunità per noi, per arricchirci e per crescere. Dobbiamo cercare di dare il meglio che abbiamo e nel modo migliore perché chi chiede non è un semplice contenitore ma ha la sua dignità e noi dobbiamo rispettarla. Non è sufficiente dare, il fine è quello di educare e soprattutto di educarci.

Nella nostra parrocchia ci sono già tante persone che a due a due portano ogni quindici giorni un pacco di viveri a famiglie che ne hanno bisogno. Purtroppo i bisogni crescono e sarebbe bello che altri volessero unirsi a noi per questo servizio. Chi fosse interessato può rivolgersi alla segreteria o direttamente alla Caritas parrocchiale.

                                                                                                                

Dalla missione di Budapest libretto di testimonianze

Sono disponibili in segreteria due libretti tascabili che possono essere utili come lettura e meditazione per questi mesi estivi:

  • Un libretto con tutte le lettere di San Paolo
  • Testimonianze dalla missione di Budapest dove c’è il nostro don Alessandro Caprioli.

L’offerta libera è destinata alla Missione di don Alessandro Caprioli.

 

Don Carlo Casati ci lascia. Dall'1 settembre il nuovo parroco

Questo avviso è per annunciare a tutta la nostra comunità che, a partire dal prossimo 1 settembre, il nostro don Carlo Casati non sarà più il Parroco di S. Maria Nascente. A norma del Diritto Canonico, al compimento dei 75 anni don Carlo ha presentato al Cardinale le sue dimissioni dalla parrocchia, ed il Vescovo ha disposto che dall’1 settembre 2017 don Carlo abbia un nuovo incarico ed una nuova destinazione pastorale, che è attualmente in via di definizione.

Contestualmente, a partire dal prossimo 1 settembre, nuovo Parroco della nostra comunità sarà don Mario Manzoni, attualmente Parroco a Cisliano, che ha accettato volentieri il nuovo incarico attribuitogli dal Vescovo. Don Mario è nato a Villasanta nel 1954, ed è sacerdote dal 1980.

Nell’attesa di incontrare il nuovo Pastore che l’Arcivescovo ha voluto inviare alla nostra comunità, e di riprendere insieme con lui il cammino della fede, della speranza e della carità con rinnovato slancio, facciamo memoria di tutti i tesori di grazia che il Signore ha operato per mezzo di don Carlo in questi 31 anni da lui trascorsi in mezzo a noi. È un far memoria per scoprire sempre più le ragioni di una gratitudine profonda al Pastore che ha accompagnato, sostenuto e fortificato la fede di tante persone in tutti questi anni di ministero sacerdotale. E un far memoria anche per una rinnovata decisione per il Signore Gesù e per il Suo Corpo vivente, e per una più intensa preghiera per i nostri Pastori.

 

Torniamo in Terra Santa - 21/26 luglio 2017

TERRA SANTA

 SULLE TRACCE DI CRISTO

dal 21 al 26 luglio 2017 

Terra Santa, sogno di ogni credente perché è la terra dei Patriarchi, dei Profeti e soprattutto la terra di Gesù, di Maria e degli Apostoli

E’ veramente un’esperienza unica alle radici della nostra vita. I luoghi sempre pensati si faranno incontro ricchi della presenza divina.

Andiamo in una stagione che ha le giornate più lunghe. Il clima estivo è di caldo secco non fastidioso e alla sera vi è un benefico sbalzo termico.

  21/07 venerdì    MILANO – TEL AVIV – NAZARETH

Partenza in bus da p.zza S. Maria Nascente per aeroporto di Milano Malpensa h 4,20 (ritrovo h. 4,10) e partenza con volo di linea SWISS con arrivo a Tel Aviv h. 14,35. All’arrivo trasferimento in pullman a Nazareth con sosta al Monte Carmelo. Arrivo in serata, sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

22/07 sabato     NAZARETH   “Il Verbo si è fatto Carne, e abita tra noi”.

Al mattino S.Messa in Basilica a Nazareth. Visita della Fontana della Vergine, della Basilica dell’Annunciazione, del Museo di Nazaret. Partenza per Tiberiade e sosta per la visita di Cana. Pranzo al Monte delle Beatitudini. Pomeriggio visita ai Santuari del lago: Tabga e la Moltiplicazione dei pani – Chiesa di S. Pietro – Cafarnao e la Casa di Pietro. Rientro a Nazareth per cena e pernottamento.

 23/07 domenica   NAZARETH- BETLEMME – GERUSALEMME

Al mattino partenza per il Monte Tabor e visita. Proseguimento per Betlemme e seconda colazione in ristorante. Pomeriggio dedicato alla visita di Betlemme: Campo dei Pastori e la Basilica della Natività. S.Messa. Arrivo in serata a Gerusalemme, cena e pernottamento.

 24/07 lunedì      GERUSALEMME

Pensione completa. Al mattino Monte degli Ulivi: Betfage, Edicola dell’Ascensione, Grotta del Padre Nostro, Dominus Flevit, Getzemani, Il sepolcro vuoto della Vergine. Nel pomeriggio Quartiere Armeno – Quartiere Giudaico – Via Dolorosa – S. Sepolcro e Calvario. Pernottamento.

 25/07 martedì   GERUSALEMME

Pensione completa. Intera mattinata dedicata alla visita di Gerusalemme: Muro della Preghiera (del Pianto) – Spianata del Tempio –  S. Anna e Piscina Probatica – Monte Sion con la Chiesa del Gallicantu, del Cenecolo, della Dormizione della Vergine. Nel pomeriggio Gerico, fiume Giordano voti battesimali, Sicomoro e Santa Messa nel deserto di Giuda. Pernottamento.

26/07 mercoledì GERUSALEMME – TELAVIV – MILANO

Prima Colazione. Partenza per Ain Karem visita del luogo della nascita di Giovanni Battista e dell’incontro della Madonna con Elisabetta (pranzo con cestino da viaggio).  Trasferimento all’aeroporto di Tel Aviv e partenza con volo SWISS h. 16,05 per Milano Malpensa via Zurigo (arrivo a Zurigo h. 19.15 ripartenza per Malpensa h. 21,00): Arrivo a Milano Malpensa h. 21,55. Proseguimento con bus per Milano QT8.

ISCRIZIONI a esaurimento posti entro 30.04.17 con caparra di € 300, saldo entro 15/05/17.

Riunione per tutti i partecipanti   29/05/2017 h.21.00 in p.zza S. Maria Nascente, 2.

E’ necessario fornire alla nostra segreteria copia del passaporto.

Importante! Passaporto con validità residua di almeno 6 mesi dalla data di uscita da Israele.

 GUIDA IN TERRA SANTA DI DON CARLO CASATI

 QUOTA  € 1260,00

Nella quota sono incluse le tasse aeroportuali basate sul valore attuale.

Supplemento camera singola € 45 a notte.

NB gli hotel ci danno al massimo n. 4 singole per gruppo. Le singole in più, se c’è disponibilità, le possono dare, ma con un ulteriore supplemento di € 120.

Le quote sono state calcolate con il cambio del dollaro a 1 € = 1.08 Usd.

Eventuale variazione (+- 3%) comporterà adeguamento della quota.

COMPRENDE:

Viaggio aereo con voli di linea Swiss, incluse tasse aeroportuali (al valore attuale).

Sistemazione in alberghi 4 stelle/4 Stelle Sup., camere a due letti con servizi privati.

Trattamento di pensione completa come da programma (dalla cena del 1° giorno al pranzo – con cestino – l’ultimo giorno).

Visite ed escursioni in autopullman con guida specializzata, ingressi inclusi come da programma.

Assicurazione sanitaria e bagaglio Allianz Global Assistance.

Borsa da viaggio e materiale illustrativo.

Compreso transfert per e da Milano – Malpensa. 

NON COMPRENDE:

La radio audio, le mance, le bevande ed extra personali in genere e quanto non indicato in programma; supplemento camera singola (€ 45 a notte). E’ ESCLUSA L’ASSICURAZIONE (facoltativa) CONTRO RISCHI DI ANNULLAMENTO DA STIPULARSI AL MOMENTO DELL’ISCRIZIONE. RICHIEDERE INFORMAZIONE DIRETTAMENTE ALL’AGENZIA VIAGGI IOT SRL (Sig.ra Emanuela tel. 045 8031782) ed informare contemporaneamente la nostra segreteria.

Il pagamento può essere effettuato anche con bonifico le cui coordinante bancarie sono:

Beneficiario: Parrocchia Santa Maria Nascente Milano

Banca: Banca Prossima Milano

IBAN: IT20 U033 5901 6001 0000 0119 974

Causale: acconto/saldo pellegrinaggio Terra Santa 21 – 26 luglio 2017.

 Org. Tecnica IOT Viaggi

Caritas: raccogliere più viveri

 

La Caritas parrocchiale fa nuovamente appello a tutti e in particolare torna a sottolineare l’importanza della raccolta di viveri destinati alle persone e alle famiglie in difficoltà.

La nostra Caritas assiste circa 125 persone donando ogni quindici giorni un pacco di alimenti. Questi ci vengono forniti in parte dal Banco Alimentare circa una volta ogni due mesi e dalle scolaresche della zona, dalla materna ai licei, una o due volte l’anno. Un grande aiuto ci viene dalle raccolte organizzate nei condomini (per ora sono circa 10, ma abbiamo bisogno di raddoppiare). Un gesto semplice, ma assolutamente necessario per poter essere solidali con chi è nel bisogno e per favorire una comune sensibilità alla carità.

Ogni contributo costruisce un’opera più grande. Per tutti è possibile partecipare sia organizzando la raccolta nel proprio condominio o anche, eventualmente, entrando nel gruppo di persone che portano gli alimenti alle famiglie assistite. Quanto viene raccolto da singole persone o nei condomini può essere portato alla Caritas parrocchiale ogni ultimo sabato del mese al mattino fra le 9 e le 11.

Per ulteriori informazioni si può scrivere a caritas@marianascente.it oppure lasciare il nome in segreteria parrocchiale.